libri
Horizon immigrazione, il caso di Mazara del Vallo

Autori vari
Editore: CRESM – 1994

Scheda Promuovere sistemi permanenti e istituzionalizzati di risposta ai problemi di lavoro, alloggio, scuola, salute, partecipazione politica, culturale e civile degli immigrati, coinvolgere gli attori della società locale nella ricerca e sperimentazione di sistemi permanenti di risposta solidale ai problemi degli immigrati e socializzare l’esperienza di “Horizon Basso Belice” con partners europei di un più lungo impegno sul fronte dell’immigrazione.
Sono questi gli obiettivi che ha cercato di raggiungere il progetto “Horizon Basso Belice”, promosso dal CRESM e finanziato dall’Unione europea. Un progetto non per gli immigrati, ma degli immigrati che ha avuto come handicap la durata.
A causa dei ritardi burocratici a livello centrale del governo italiano il progetto invece di 4 anni è durato appena 8 mesi. L’area presa in esame dal progetto è stata quella compresa tra i Comuni di Mazara del Vallo, Campobello di Mazara, Castelvetrano e Partanna, paesi in cui è stata condotta una indagine socio-psicologica tra gli immigrati, in particolare nordafricani.
Nell’ambito del progetto è stato realizzato un corso di formazione professionale per “Esperto in lavorazione e frigoconservazione di prodotti ortofrutticoli”, che è stato frequentato da 15 extracomunitari, tutti di origine tunisina.